Serie C Silver – IL JBC GIOCA UNA BUONA GARA, LOTTA, MA NON BASTA PER SBANCARE VEROLANUOVA

 


 

VEROLANUOVA  78  –  70  JUNIOR BASKET

Parziali: 10-20, 28-19, 22-21.

Arbitri: Venezia – Mancini

Junior Basket: Asan (K) 9, Benedini, Moreno 24,  Barrotta , Tosi 8, Milovanovic 11, Compagnoni, Masenelli 5, Roversi, Tognini 13, Vucenovic, Pantic. All. Boskovic

Verolanuova: Lazzari, Patroni 4, Deme 19, Morello, Apollonio (K) 11, Perazzi 11, Brunelli 2, Ferrari 5, Paderno 20, Saresera 6, Savio, Ispas. All. Poli.

 

Verolanuova –  Il JBC torna da Verolanuova a mani vuote nonostante una buona gara nel suo complesso, gara che non ha probabilmente saputo ben interpretare nell’ultimo e decisivo parziale. Parte a razzo il team di Igor Boskovic, debuttante come head coach per la squalifica di Trazzi, trascinato da un incontenibile Maxi Moreno che colpisce dalla linea dei tre punti e innesca gli attacchi al ferro dei compagni di squadra; 10 a 20 in chiusura di quarto con i bresciani spiazzati e sorpresi dalla vitalità degli ospiti. Nel secondo quarto fra le file della Verolese  esplode Paderno che infila otto punti consecutivi e rimette in corsa la sua squadra, i mantovani, in evidente difficoltà a controllare la guardia avversaria riescono solo a limitare i danni, e la sirena porta le due squadre al riposo lungo divise da un solo punto: 38 a 39. Il terzo parziale vive sulle giocate dei singoli, Deme Manbaye e Apollonio sulla sponda bresciana, e il trio Tognini, Tosi, Moreno in casa JBC; la gara non si smuove, e il 60 a 60 del terzo parziale rimanda il tutto agli ultimi dieci minuti finali. Primi sette minuti dell’ultimo quarto caratterizzati da giocate macchinose e imprecise di entrambe le squadre, il palleggio prevale sul passaggio a netto vantaggio delle difese, le azioni sono chiuse spesso al limite dei 24 con conclusioni a bassa percentuale realizzativa. Negli ultimi e decisivi minuti Verola sceglie di serrare le maglie a difesa del pitturato per limitare gli attacchi al ferro degli esterni del JBC; che trovano più spazio dal perimetro, ma che non concretizzano con percentuali di tiro adeguate. Come sempre nelle gare giocate punto a punto è l’episodio che spacca la partita, e purtroppo non è a favore dei Mantovani; che si ritrovano da un potenziale – 2 a dover recuperare ben cinque lunghezze. La tattica del fallo sistematico non paga e i padroni di casa chiudono la gara sul punteggio di 78 a 70.

Abbiamo imparato che in trasferta non esistono le situazioni semplici e che ogni pallone deve essere  sempre giocato come se fosse l’ultimo; la sforzo dei vantaggi guadagnati sul campo deve essere maggiormente valorizzato e difeso da tutti e da tutto. Si sarebbe preferito tornare con due punti in classifica ma dobbiamo invece accontentarci “dell’esperienza acquisita”. Mettiamola a frutto domenica nel derby con Viadana.

Go JBC!!!

Junior Basket Curtatone – Alberto