SERIE D PLAY OFF – PARTENZA CON IL PIEDE GIUSTO: GARA 1 E’ VINTA!

JUNIOR BASKET  75

VILLAGUARDIA   68

Parziali  19-10, 36-23, 59-45

Arbitri: Corbari – Codola

Junior Basket: Pinzi, Asan 7, Moreno 32, Visentini, Savazzi 10, Barrotta 11, Rutilli, Maiorino 5, Accorsi, Tosi 2, Prunestì (K) 2, Gorni 4.
Allenatore: Trazzi Stefano.
Villaguardia: Bernasconi 11, Passalacqua 5, Bianchi 13, Greggio (K), Testoni 4, Cappelletti 3, Mastromonaco, Veronelli 2, Longatti 4, Turati 26.
Allenatore: Cantaluppi R.
Curtatone –  Il JB parte con il piede giusto in gara 1 del primo turno dei playoff per la corsa alla C Silver, battendo in casa il Villaguardia con il punteggio di 75 a 68. Come in ogni esordio, e per i bianco blu del presidente Visentini (per l’occasione con una sgargiante divisa arancione) questa è stata una prima assoluta, l’avvio non è stato dei più semplici; squadra contratta, poco fluida e a tratti timorosa, per il primo quarto ha giocato con la testa pesante senza cercare il canestro con cattiveria e aggressività; ma limitandosi a bombardare il ferro da fuori con percentuali bassissime. Gli avversari dal canto loro, senza un vero gioco interno, si sono adeguati all’andazzo e ne è uscito un 19 a 10 in finale di quarto frutto di qualche giocata personale ma nulla più. In avvio del secondo parziale il JB prova ad accelerare e sembra aver trovato ritmi e giuste misure per indirizzare la gara, il distacco aumenta ma non da break decisivo tanto che Turati da solo riesce  a tenere a galla il Villaguardia, conquistando numerosi rimbalzi offensivi  che trasforma in punti pesanti. Si va al riposo con 13 lunghezze di vantaggio, che non sono certo  da buttare, ma ottenute però con un un gioco troppo statico e perimetrale. Nel terzo quarto si accende improvvisamente la classe Maxi Moreno che prova a caricarsi la squadra sulle spalle, e con quattro bombe consecutive caccia gli avversari sul – 19, sembra la svolta: la difesa dei comaschi è costretta a sguarnire il pitturato per presidiare la linea da tre, ma i ragazzi del JB non approfittano di questi spazzi e adeguandosi al corri e tira degli avversari “impattano” il periodo  e portano a casa solo un punto in più (59-45). Nell’ultimo periodo l’importanza del risultato e la stanchezza nelle gambe fanno aumentare i contatti di gioco e i relativi fischi arbitrali, la partita vive una fase di continue interruzioni con il divario che non cambia, ma non consente neanche a coach Trazzi di gestire le energie fisiche con rotazioni più allargate. Ale Barrotta da una parte e il solito Turati dall’altra sostengono i rispettivi attacchi fino al risultato finale di 75 a 68 per i padroni di casa.
Vita difficile nei playoff, ne siamo tutti consapevoli ma vorremmo sempre vedere fuoco, scintille e giocate spettacolari; ma che comanda è sempre e solo il risultato e quello è stato portato a casa. Bravi ragazzi questo è un bel mattoncino che vi fa onore; testa e concentrazione a mercoledì 25 perchè in casa loro sarà ancora più dura.
Go JBC!
Junior Basket Curtatone – Alberto