SERIE D – JUNIOR BASKET NELL’OTTICA DELLA CONTINUITA’

VANOLI YOUNG   65 – 86   JUNIOR BASKET

 Parziali: 21-35, 36-56, 49-75.
Arbitri: Crescini – Stella.
Vanoli Young: Chiavuzzo, Carboni 6, Rodichiero 3, Tolasi 2, Zhala 1, Ziliani 18, Sereni 2, Lazzari (K) 26, Zagni 2, Tedeschi, Morello 5, Orlandelli.
Allenatore: Beluffi.
Junior Basket: inzi, Asan 19, Moreno 20, Visentini, Rosignoli 3, Barrotta 8, Accorsi 2, Tosi 8, Prunesti (K) 8, Gorni 12, Benedini, Diaconu 6.
Allenatore: Trazzi Stefano.
Cremona –  Come da pronostico il Junior Basket chiude senza particolari problemi la pratica Vanoli Young con un perentorio 86 a 65 che consente ai ragazzi terribili di coach Trazzi di continuare la corsa in vetta alla classifica. La gara si è delineata già nel primo quarto con i mantovani che fanno capire agli avversari che non stanno sottovalutando la partita e vogliono tornare a casa con i due punti: Prunestì e Moreno bucano con continuità la retina da tre, Tosi e Asan tengono caldo il ferro colpendo in penetrazione, il 21 a 35 del primo parziale parla da solo. Le rotazioni del secondo parziale non allentano la pressione che il JB esercita sugli avversari, le squadre giocano entrambe su ritmi elevati e il quarto scorre via veloce senza cambiamenti di trama, sotto le plance Gorni fa valere i suoi centimetri e da un notevole contributo per raggiungere il + 20,  36 a 56 al riposo lungo. Nella seconda parte di gara coach Trazzi sperimenta nuove soluzioni difensive inserendo anche un’inedita zona preparata per il proseguo del campionato, e proponendo rotazioni più frequenti per dare minutaggio ed esperienza alla giovane panchina; Diaconu & Company si fanno trovare pronti dimostrando di valere la categoria e di essere in grado dare un valido contributo alla causa bianco blu. La partita scivola via senza particolari sussulti e alla sirena finale sono 21 i punti che separano le due squadre,  il tabellone assegna la vittoria al Junior Basket con il punteggio di 65 a 86. La vittoria è dedicata a Mazzoni assente per un infortunio che lo terrà lontano dal campo per il resto della stagione, un grande in bocca al lupo a Tommy perché torni più forte di prima.
La gara non presentava particolari insidie ma è stato il primo test dove la squadra ha provato a ridisegnare i propri assetti alla luce delle assenze forzate del parco lunghi, alcuni segnali sono stati incoraggianti altri richiedono lavoro in palestra per essere messi a punto; difficoltà da trasformare in opportunità questo è l’obiettivo da raggiungere.
 
Go JBC!
Junior Basket Curtatone – Alberto