SERIE D – SGAMBETTO ALLA CAPOLISTA

JUNIOR BASKET 86

BASKET CHIARI  76  

 

 

 

Junior Basket Curtatone – Basket Chiari     86 – 76     Parziali  21-14, 42-36, 63-54
Junior Basket Curtatone :   Asan 21, Accorsi, Moreno 31, Savazzi 3, Barrotta 8, Tosi 10, Gorni 8, Rosignoli, Tognini, Vucenovic, Braghini 5, Pantic. All. Trazzi

Basket Chiari :   Orsatti 7, Garofalo 23, Curti M. 13, Mazzetti 2, Zangrandi 10, Fiorenza, Monella, Punzi, Manziana 12, Simoni, Scalvini 9. All. Tusa

Curtatone – E’ al Palasiglacom di Curtatone che si gioca la partita di cartello della 6° giornata del girone di ritorno, dove il Junor Basket, terzo in classifica con 30 punti, affronta il Basket Chiari capolista in coabitazione con il CXO Ospitaletto con 32 punti. Pronostico in salita dunque per i padroni di casa, contro avversari quotatissimi che vogliono riscattare la sconfitta subita in casa nel girone di andata. E la gara non delude le aspettative: partenza in controllo per entrambe le squadre che cercano di non subire più che di offendere, e in questa situazione è il Chiari che trae vantaggio, piazza un + 6, e dimostra di trovarsi a suo agio ai ritmi bassi. La reazione del JBC non tarda a venire, sistemati alcuni dettagli  per presidiare meglio il pitturato, la banda di Maxi Moreno schiaccia l’acceleratore e chiude il quarto a + 7. Nel secondo parziale entrambe le panchine giocano le carte delle rotazioni per cercare il giusto assetto tattico volto a prevalere sugli avversari, ma il quarto si chiude in sostanziale equilibrio anche se caratterizzato da una grande fisicità che rende la gara bella e coinvolgente. E’ nel terzo quarto che iniziano le scintille, Il Chiari continua a prevalere sotto canestro obbligando il pacchetto dei lunghi biancoblu a un durissimo lavoro difensivo, ma subisce il dinamismo degli esterni mantovani che imprimono ritmi altissimi volti a sfiancare la maggior fisicità. Punto dopo punto il divario cresce a favore del JBC che in chiusura di parziale ha un vantaggio di 9 lunghezze, che non sono garanzia di successo ma iniziano a mettere in pressione avversari. Nell’ultimo quarto Coach Tusa, dopo i primi minuti iniziali dove spesi nel tentativo non riuscito di riaggancio, gioca la carta dei quattro piccoli togliendo le sue pesanti torri per cercare maggior fluidità. A coach Trazzi non pare vero di poter abbassare il quintetto e poter utilizzare tutta la batteria dei suoi esterni, il ritmo si alza ulteriormente e il JBC ha l’opportunità di giocare come preferisce: pressione difensiva altissima, palloni rubati e ripartenze per il contropiede o la transizione veloce. Su questi binari la gara rimane nelle mani del JBC che dopo quaranta minuti di concentrazione e determinazione porta a casa la prestigiosa vittoria con il punteggio di 86 a 76.

Erano diverse giornate che non si vedeva un JBC di questo livello, bentornati ragazzi, avete dimostrato a voi stessi che le potenzialità ci sono; ora bisogna provare a continuare su questa rotta.

Go JBC!!!!

Junior Basket Curtatone – Alberto